//Un frutto contro l’asma

Un frutto contro l’asma

I tempi di sviluppo tecnologico e scientifico in cui viviamo hanno permesso un miglioramento negli standard qualitativi delle nostre vite.
Maggiori quantità e migliore qualità dei cibi che troviamo sulle nostre tavole hanno contribuito senza dubbio al benessere di ognuno, favorendo una longevità maggiore ed uno stato di salute più florido.
Ma al fianco della comodità e di tutti gli aspetti positivi che possiamo ritrovare nella società di oggi, anche nel cibo – e negli stili alimentari – si annidano minacce, specialmente quando la disponibilità di cibo ci permette di abusarne, eccedendo con alcuni tipi di pietanze.
Infatti, secondo quanto rilevato dalla Sichuan University, il consumo massiccio del cosiddetto cibo spazzatura porta all’aumento del 58% di sviluppare asma e del 65% di avere il respiro sibilante, senza considerare però tutte le altre patologie connesse all’aumento di adipe in eccesso e a uno stile alimentare poco ordinato e sano.
La causa principale di questi disturbi è legata all’apporto nutrizionale del junk food, caratterizzato da pietanze povere di nutrimenti, ma con un alto contenuto di grassi saturi o, peggio, trans, contro i quali l’OMS aveva promosso una vera e propria crociata alimentare.
Lo studio condotto su 35 mila adulti, di cui un quarto asmatici, ha rilevato che non abusare di sale, carne e zucchero diminuisce il rischio di asma del 30% negli uomini e del 20% nelle donne, oltre a diminuire sia la probabilità di peggioramento sia la gravità degli effetti in chi ne soffre già.
Lo studio della Sichuan University conferma inoltre che un maggiore uso di legumi, frutta e verdura offre numerosi benefici perché l’alto contenuto di fibre vegetali favorisce il moltiplicarsi di batteri utili a contrastare le infiammazioni alle vie respiratorie.
Ovviamente una buona alimentazione non è la risposta ad ogni problema, ma gli esperti Diètnatural tengono sempre a sottolinearne l’importanza, perché può aiutare a vivere meglio e a favorire una vera e propria attività di prevenzione.

2018-10-04T10:15:54+00:00